YOGA TANTRICO NON DUALE DEL KASMIR

Sahṛdayatva una speciale qualità di attenzione

Seminario teorico-pratico condotto da Gioia Lussana

Sabato 23 marzo 2019 
dalle 10:00 alle 13:00

 

Yoga tantrico non duale del Kasmir. Il leitmotiv dello yoga tantrico non duale del Kasmir, che fiorì nel Medioevo, è l’attenzione, ovvero una speciale qualità di presenza a qualunque cosa la vita presenti all’esperienza dello yogin. Non si tratta in effetti di uno yoga posturale, bensì di un processo psico-fisico di purificazione mentale attraverso il corpo. È uno yoga tipicamente contemplativo in cui le tecniche passano in secondo piano rispetto all’attitudine interna di partecipazione al fenomeno della vita attraverso il gesto yogico. Durante questo incontro teorico-pratico, indagheremo alla luce dei testi della tradizione śivaita e nella pratica yoga in quali modi lo yogin incarni questa viva consapevolezza, vera anima della forma fisica in āsana. 

Lo śivaismo kaśmīro parla di ‘risonanza di cuore’ (hṛdayasaṃvāda o sahṛdayatva), un dialogo da cuore a cuore, tra noi stessi e l’esistenza. Il nostro stato interno (bhāva) vibra all’unisono con il movimento della vita e nel tuffarci in essa con passione, comunque essa sia, ci scopriamo fatti della stessa sostanza del tutto. In questo ‘dialogo con il cuore’ accade un reciproco incrementarsi della nostra vitalità interna e di ciò che sta fuori, uno scambio nutriente tra noi e il mondo. In lo yoga tantrico non duale del Kasmir, indagheremo le implicazioni di questa attitudine del cuore, della mente e del corpo.

 

Asana – Lo Yoga tantrico non duale del kasmir

Gioia Lussana –  Lo yoga tantrico non duale del Kasmir

Lo śivaismo kaśmīro parla di ‘risonanza di cuore’ (hṛdayasaṃvāda o sahṛdayatva), un dialogo da cuore a cuore, tra noi stessi e l’esistenza. Il nostro stato interno (bhāva) vibra all’unisono con il movimento della vita e nel tuffarci in essa con passione, comunque essa sia, ci scopriamo fatti della stessa sostanza del tutto. In questo ‘dialogo con il cuore’ accade un reciproco incrementarsi della nostra vitalità interna e di ciò che sta fuori, uno scambio nutriente tra noi e il mondo. Ne lo yoga non duale del kasmir, indagheremo le implicazioni di questa attitudine del cuore, della mente e del corpo.

Pin It on Pinterest

Share This