Il respiro nello yoga

Diaframma, bandha, pranayama


Seminario teorico-pratico di approfondimento

Sabato 13 aprile 2019 
dalle 10:00 alle 13:00

 

Il respiro nello yoga. Il respiro è il fulcro della pratica dello yoga, potremmo dire che ne sia il fondamento pratico.
Respirare rappresenta l’atto vitale per eccellenza e l’espressione tangibile della continuità che c’è tra noi – esseri umani – e la natura che ci circonda e di cui siamo parte. Sviluppare la consapevolezza del respiro significa poter prendere coscienza del proprio modo di sentire e di fare esperienza del mondo.

Nello yoga l’aspetto energetico dell’universo – akasha, lo spazio etereo che tutto contiene ed entro il quale si manifestano le forme della materia – è chiamato prana. Noi stessi, in quanto parte della Manifestazione siamo permeati e mantenuti in vita da prana, da questo onnipresente e ogni pervadente, vibrante “soffio vitale”. Gli yogi ritenevano che lo scorrere fluido ed equilibrato del prana nell’organismo fosse garanzia di salute e longevità e che il suo controllo – pranayama – potesse essere, oltre ad un tonico per tutto il sistema mente/corpo – , uno strumento per controllare l’attività della mente e modificare – in una prospettiva conoscitiva – il proprio stato di coscienza.

Nel nostro seminario Il respiro nello yoga ci concentreremo sulla dinamica de respiro nello yoga – sia da una prospettiva fisiologico-organica sia da una prospettiva energetica – quale atto di scambio con l’ambiente interno ed esterno all’organismo e strumento di raccolta e controllo di prana.
A partire dalla consapevolezza del respiro spontaneo – spazio di ascolto preliminare e necessario al nostro lavoro – approfondiremo il ruolo cardine del diaframma nell’atto respiratorio. Cercheremo prima di tutto di fare esperienza di questo muscolo molto nominato ma poco realmente conosciuto e ascoltato, e ne metteremo in evidenza la sua funzione fisiologica relativamente alla dinamica del respiro, alla salute degli organi interni e al sistema nervoso. Questo ci introdurrà al ruolo della cintura addominale controllata – una tecnica insegnata prevalentemente nel sud dell’India – per ottimizzare le possibilità e i benefici della respirazione yogica.

 

Il respiro nello yoga – Diaframma, polmoni, cuore.

Dopo aver compreso a praticato la respirazione diaframmatica, sarà il momento di introdurre quelle specifiche azioni di stimolazione e controllo dell’energia che nello yoga prendono il nome di bandha. La pratica di uddiyana bandha in particolare – e gli esercizi ad essa preliminari – sarà ciò su cui porremo maggiore attenzione. Dopo aver composto con cura ogni tassello preparatorio, saremo finalmente pronti per fare esperienza di una pratica di pranayama in traya bandha e, grazie al sostegno dell’energia prodotta, riposare nell’ascolto. Radicando la coscienza nell’esperienza percettiva delle energie risvegliate, lasceremo il mentale dissolversi nel flusso dell’assorbimento meditativo, culmine del nostro percorso.

Il respiro nello Yoga – T. Krishnamacharya dimostra il pranayama (in piedi!)

Il seminario – nel quale porterò parte della mia ultima esperienza in India, a Chennai, con Srivatsa Ramaswami, studente trentennale di Sri Tirumalai Krishnamacharia – è un’opportunità per tutti di approfondire la pratica dello hatha yoga, comprenderne i non trascurabili aspetti legati alla salute e alla purificazione del corpo – organico e pranico – , e il suo significato nel più ampio contesto del raja-yoga. Sarà un lavoro dinamico, in cui teoria e pratica si alterneranno costantemente.

Seminario guidato da Andrea Gabbi
Per info e prenotazioni:
[email protected]
339.6667260 (Andrea)

Pin It on Pinterest

Share This